Ecobonus 110%: votata la fiducia alla Camera

Qualche giorno fa, la Camera ha votato la fiducia con 318 voti favorevoli per il maxi-provvedimento che include il tanto famoso superbonus al 110%.

Dati i tempi stretti per la conversione del DL Rilancio prevista per il 18 luglio, il testo al Senato non presenterà ulteriori modifiche.

Possiamo, quindi, dirci in dirittura d’arrivo.

Ecco allora di seguito le misure più importanti riguardanti le specifiche sull’energia del DL Rilancio.

Le misure

Come abbiamo già detto nello scorso articolo, sono stati confermati i più importanti tra i cambiamenti apportati alla Camera, in sede di conversione:

  • l’estensione alle seconde case (una per ogni contribuente, con esclusione degli immobili di lusso) e al terzo settore;
  • la riduzione dei massimali di spesa per gli interventi di coibentazione sugli edifici; 
  • l’introduzione del solare termico e delle caldaie a biomassa;
  • la cessione del credito anche ad avanzamento lavori;
  • le configurazioni di autoconsumo collettivo da fotovoltaico in maxi-detrazione fiscale

È stato varato inoltre il nuovo schema degli incentivi per l’acquisto di auto: il testo infatti prevedere un aumento a 10.000-6.000 € del bonus riservato alle vetture zero/bassissime emissioni di CO2, con la possibilità parallela di rottamare un vecchio modello; in più è stato introdotto un ulteriore bonus da 3.500€ per l’acquisto di veicoli con motore termico Euro 6 con rottamazione. 

È aumentata in più la disponibilità del fondo complessivo riservato al bonus bici con 20 milioni di euro in più stanziati dal governo per l’acquisto di biciclette, monopattini elettrici e altri dispositivi elettrici per la micro-mobilità individuale.

Nel frattempo…

ARERA ha già avviato il processo di riduzione delle bollette elettriche per le utenze non domestiche connesse in bassa tensione.

Le unità di cogenerazione ad alto rendimento entrate in esercizio dal 1° gennaio 2019 possonoaccedere al regime di sostegno previsto dal DM 5 settembre 2011(certificati bianchi) dalla data di entrata in esercizio e non dal 1° gennaio dell’anno successivo, come il DL Rilancio vuole.

A fine di maggio si è formata la nuova Commissione VIA-VAS, composta da medici, biologi, geologi, economisti, naturalisti, esperti di urbanistica e biodiversità nell’ottica di riorganizzare e ridefinire il sistema informativo per le procedure di valutazione ambientale strategica, valutazione di impatto ambientale e valutazione di incidenza.

Resta connesso sui nostri social e sul nostro blog per rimanere aggiornato sul DL Rilancio e sull’Ecobonus.

Post Correlati

Ciao! Lascia un messaggio in segreteria e ti risponderemo il prima possibile

Parla con noi via WhatsApp